Venerdì, 19 Ottobre 2018 | 02 :25:59

Riconquistare il contratto. La proposta della Fiom Continuano le Assemblee sulla Carta rivendicativa

Dimensione carattere:

Continuano ad arrivare da tutti i territori al centro nazionale i dati riguardo le assemblee in cui le lavoratrici e i lavoratori si stanno esprimendo sulla proposta della Fiom, in base alla Carta rivendicativa, per riconquistare un vero
contratto nazionale, rendendo inapplicabile l'intesa separata dello scorso 5 dicembre fra Fim, Uilm e Federmeccanica.

Al momento ci sono pervenuti i dati (parziali rispetto alle assemblee effettivamente svolte) relativi a circa 1.620 aziende, per un totale di circa 154.600 lavoratrici e lavoratori. Alle assemblee hanno votato più di 88.000 lavoratrici e lavoratori, che rappresentano quasi il 57% degli aventi diritto.

 

Di essi, ben 81.600 hanno risposto di sì alla proposta, rappresentando oltre il 94% dei votanti ma soprattutto più della metà dei dipendenti. Si è già votato in moltissime aziende lombarde, dell'Emilia-Romagna e del Piemonte, ma
anche in tutte le altre regioni proseguono ad altissimo ritmo le assemblee nei luoghi di lavoro.

Tra gli ultimi dati arrivati quelli relativi alle assemblee alla Fincantieri di Sestri Ponente – dove ha votato l'85% degli aventi diritto, il 98% dei quali ha risposto sì alla proposta della Fiom – e alla Merlo di Cuneo – con 365 votanti su 750 dipendenti totali e il 94% di sì.

Molte sono le trattative già avviate sulla base del mandato che le lavoratrici e i lavoratori stanno dando nelle aziende alla Fiom. La settimana scorsa, solo per segnalarne una, il Coordinamento Fiom Marcegaglia ha inviato alla direzione aziendale, sulla base dei risultati ottenuti negli stabilimenti del Gruppo, una richiesta di incontro
per illustrare i punti contenuti nella carta rivendicativa e aprire una trattativa.

Tra gli accordi già sottoscritti – e che sono consultabili nell'area dedicata sul sito www.fiom.cgil.it – quello alla Bondioli&Pavesi di Mantova, alla Polo nautico e alla Fabbrica italiana Panfili, entrambe di Viareggio.

privacy policy