Lunedì, 21 Ottobre 2019 | 09 :24:07

La comunicazione della Fiom

Dimensione carattere:

La Fiom è online da dicembre 1998, quando fu aperto il sito web dell'organizzazione in fase sperimentale. Da allora la nostra comunicazione elettronica è cresciuta in maniera esponenziale, di pari passo con l'eccezionale sviluppo di internet e la spinta propulsiva venuta dal 2006/2007 con l'avvento dei social network. E noi abbiamo cercato di stare al passo, con l'entusiasmo che ci è sempre venuto dal seguito che il sito e le pagine dei social network hanno sempre di più riscontrato.
Siamo passati quindi dai 26.000 visitatori al sito del 1999 ai 2 milioni e mezzo dell'ultimo anno, e nel frattempo ci siamo «allargati», utilizzando tutte le piattaforme messe a disposizione dalla rete. Il 15 gennaio 2008 abbiamo aperto il canale Youtube  (youtube.com/fiomnet), il 31 ottobre dello stesso anno il profilo Facebook (facebook.com/fiomcgil), il 31 gennaio del 2009 il profilo Twitter (twitter.com/fiomnet) e per ultimo, da luglio 2011, il canale su Flickr con i nostri album fotografici.

 

Da qualche tempo, infine, abbiamo cominciato a trasmettere in diretta streaming sempre più eventi organizzati dalla Fiom, arrivando, il 3 marzo scorso, a trasmettere in diretta per la prima volta una riunione del Comitato centrale. E per la prima volta andrà in diretta il Congresso nazionale della Fiom, per tutte e tre le giornate.

La Fiom sui social network: i numeri
Facebook 25.644 like
Twitter 20.772 follower
Youtube 172.157 visualizzazioni
Flickr 640.384 visualizzazioni

Dal 26° Congresso, online il nuovo sito della Fiom

Perché? Per migliorare e velocizzare l'aggiornamento del sito, dando la possibilità di pubblicare i comunicati, oltre a chi si occupa direttamente del sito, anche alle compagne dell'ufficio sindacale e all'ufficio stampa e permettendo – grazie all'utilizzo della nuova piattaforma – di intervenire sul sito da qualsiasi computer connesso in rete; per migliorare l'«usabilità» del sito, diminuendo lo sforzo che chi vi accede fa

• per «comprenderlo», per «apprenderne» la struttura e per «utilizzarlo»;

• per utilizzare il sito su telefoni cellulari e tablet, attraverso la progettazione ad hoc delle versioni mobile/smartphone/tablet gli aggiornamenti del sito sono facilmente consultabili anche attraverso gli strumenti portatili;
• per farlo diventare il «portale della Fiom», dando la possibilità – attraverso l'assegnazione mirata di password – ai territori dell'organizzazione di caricare direttamente sul sito i loro comunicati in una apposita sezione;
• per farlo diventare «social», passando quindi da un sito statico come è sostanzialmente quello attuale (ormai antico) a un sito dinamico con cui gli utenti possano interagire e dialogare (fino al punto che decidiamo a monte), sia perché connesso con i social network (facebook, twitter, flickr, youtube), sia per la possibilità di aggiungere commenti.

privacy policy